Storia della cinta senese
Dalla Toscana una carne pregiata

I maiali di cinta senese sono una razza autoctona della Toscana allevata fin dagli Etruschi. Si tratta di maiali dal mantello scuro il cui nome particolare deriva dalla caratteristica fascia bianca che cinge il torace, le zampe anteriori e il garrese degli animali.
La Cinta Senese è sempre stata presente nella zona, in epoca Romana e Medioevale fino ai nostri giorni, talmente conosciuta e rappresentativa che è stata anche ritratta in uno degli affreschi più famosi di Siena: “Effetti del Buon Governo – La campagna ben governata” di Ambrogio Lorenzetti. Ancora oggi nelle stanze del Palazzo Comunale è possibile ammirare l’affresco del 1338 in tutta la sua bellezza; i più attenti potranno anche notare alcune differenze fra le cinte dell’epoca e quelle di oggi. Quali?
Tanto per cominciare le cinte del XIV secolo avevano delle belle orecchie diritte che oggi invece si sono piegate in avanti ed erano molto più simili a un cinghiale, questi tratti si sono persi col passare del tempo per effetto dei vari incroci genetici.

Da dove arriva la Cinta Senese
Gli studiosi sono concordi nell’affermare che il luogo di provenienza di questo animale è la Montagnola Senese, una zona collinare compresa fra i comuni di Monteriggioni, Casole d’Elsa, Sovicille e Poggibonsi in provincia di Siena. La zona, che si trova ad un’altezza di circa 250-300 metri sul livello del mare, è ricca di boschi di leccio che offrono ghiande a volontà e rappresentano quindi il luogo ideale per questi animali.
Da qui la Cinta Senese si è mossa sul territorio grazie anche alla sua tipica facile adattabilità, questa razza è particolarmente adatta all’allevamento allo stato brado ed è quindi stata sempre utilizzata dall’uomo. Possiamo dire che fino agli ’50 del secolo scorso quasi tutte le famiglie contadine allevavano maiali di Cinta Senese.

Cosa è successo dopo gli anni ’50?
Con l’introduzione delle razze suine chiamate “bianche” come la Large White, più prolifica e redditizia (la Large White è pronta infatti per la macellazione dopo solo 6 mesi di vita mentre una Cinta Senese dopo più di un anno), l’allevamento di Cinta Senese è drasticamente calato. Solo negli ultimi anni si è riscoperta la qualità di questa carne e alcuni allevatori hanno scelto nuovamente questa razza contribuendo alla sua diffusione anche a livello nazionale.

Vuoi Informazioni?
Invia adesso la tua richiesta.
shop@aziendagricolailpoggio.it