Codice Articolo: P112
Peso: 320 gr.
Stagionatura: Produzione settimanale
Scadenza: 180 giorni
Temp. Di conservazione: Mantenere in luogo fresco e asciutto.

Ingredienti:
Grasso di suino di cinta senese , sale.

Principali caratteristiche:
Lo strutto serve sopratutto a dare morbidezza e friabilità a dolci, pane e pizze. Parecchi anni fa, era utilizzato anche per friggere (le nonne ci facevano della patatine fritte da 10!)

La cinta senese è la capostipite di tutti i maiali della Toscana. Nella Gazzetta ufficiale n°87 del 13-04-2012 c’e stata l’iscrizione della denominazione”Cinta Senese” nel registro della DOP denominazioni di origine protette e delle indicazioni geografiche protette. La sua origine é molto antica tanto che la troviamo già nell'affresco del 1338 di Ambrogio Lorenzetti denominato “Effetti del Buon Governo – La campagna ben governata” nel palazzo Comunale di Siena. Negli anni ’50 la cinta senese ha rischiato l’estinzione. E’ grazie ad alcuni allevatori toscani che, reintroducendo la cinta senese nei loro allevamenti, si è riusciti a salvaguardare la razza togliendola così dalla lista delle specie in estinzione. La carne di Cinta Senese ha migliori qualità dietetiche per la maggiore concentrazione di acidi grassi insaturi, in particolare Omega 3 (i quali sono associati ad una diminuzione dei grassi nel sangue
e Omega 6 (i quali hanno un’azione anti trombosi); il suo lardo è più ricco di acido oleico (quello che tiene lontano il colesterolo) e di acidi grassi polinsaturi.)
Codice Articolo: P112
Peso: 320 gr.
Stagionatura: Produzione settimanale
Scadenza: 180 giorni
Temp. Di conservazione: Mantenere in luogo fresco e asciutto.

Ingredienti:
Grasso di suino di cinta senese , sale.

Principali caratteristiche:
Lo strutto serve sopratutto a dare morbidezza e friabilità a dolci, pane e pizze. Parecchi anni fa, era utilizzato anche per friggere (le nonne ci facevano della patatine fritte da 10!)

La cinta senese è la capostipite di tutti i maiali della Toscana. Nella Gazzetta ufficiale n°87 del 13-04-2012 c’e stata l’iscrizione della denominazione”Cinta Senese” nel registro della DOP denominazioni di origine protette e delle indicazioni geografiche protette. La sua origine é molto antica tanto che la troviamo già nell'affresco del 1338 di Ambrogio Lorenzetti denominato “Effetti del Buon Governo – La campagna ben governata” nel palazzo Comunale di Siena. Negli anni ’50 la cinta senese ha rischiato l’estinzione. E’ grazie ad alcuni allevatori toscani che, reintroducendo la cinta senese nei loro allevamenti, si è riusciti a salvaguardare la razza togliendola così dalla lista delle specie in estinzione. La carne di Cinta Senese ha migliori qualità dietetiche per la maggiore concentrazione di acidi grassi insaturi, in particolare Omega 3 (i quali sono associati ad una diminuzione dei grassi nel sangue
e Omega 6 (i quali hanno un’azione anti trombosi); il suo lardo è più ricco di acido oleico (quello che tiene lontano il colesterolo) e di acidi grassi polinsaturi.)
Richiedi informazioni
Ti interessa acquistare questo articolo ma vuoi delle informazioni più dettagliate? Contattaci adesso senza impegno sapremo fornirti le risposte che cerchi.